Fecondazione eterologa, Consiglio di Stato: "No al pagamento per intero del trattamento"

Accolto il ricorso contro una delibera della Regione Lombardia che prevedeva il pagamento da parte del cittadino dell’intero trattamento di fecondazione eterologa e non solo del ticket.

Venerdì 10 aprile 2015 – Il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso dell’Associazione Sos Inferilità, una società di medici che lavora nella sanità privata, e della onlusMedicinademocratica contro la delibera della Regione Lombardia che stabilisce che il cittadino deve pagare interamente in trattamento di fecondazione eterologa, mentre nelle altre regioni si paga solo il ticket. Il costo varia tra i 1.500 e i 4mila euro.

La decisione del Consiglio di Stato è stata accolta con entusiasmo anche dall’Associazione Luca Coscioni, il cui segretario Filomena Gallo ha commentato:

“Il Consiglio di Stato ha emesso l’unica sentenza possibile grazie al lavoro delle associazioni di pazienti e dei colleghi con cui in questi anni abbiamo lavorato per la tutela dei diritti delle persone che vorrebbero avere una famiglia con dei bambini. Già la legge 40 ha per anni discriminato le coppie rispetto all’accesso alle tecniche: perché il Consiglio regionale avrebbe voluto continuare sulla stessa strada prevedendo disparità di trattamento tra chi chiede di accedere ad una fecondazione omologa e chi ad una eterologa?”

fonte: si.sol.
http://www.benessereblog.it/post/117098/fecondazione-eterologa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *