Rischi di gravidanze multiple

Rischi di gravidanze multiple

Il Dottor M. Lloret, ginecologo dell‘Unità di Riproduzione Vistahermosa, mette in evidenza i rischi conseguenti alle gravidanze multiple. Egli sostiene che sia fondamentale informare la coppia di genitori sulle conseguenze negative che una gravidanza multipla comporta sia per la madre che per i feti. Bisogna tener presente che il corpo della donna fisiologicamente può ospitare un solo embrione, quindi più embrioni possono dar luogo a complicazioni durante la gravidanza. Vi è un maggior rischio di aborto spontaneo e un aumento della probabilità di parto prematuro, mentre per quanto riguarda la madre aumenta il rischio di ipertensione gestazionale, anemia, diabete gestazionale, parto cesareo e maggiore aumento di peso. Inoltre vi sono i problemi economici, psicologici e lavorativi a cui i genitori devono far fronte, generando quindi ulteriore stress emotivo che potrebbe incidere sulla vita familiare.

Ciò che conta, sostiene il dottor Lloret, è che nasca un bambino sano; i progressi nella PMA forniscono effetti positivi nei trasferimenti di un singolo embrione. Il centro di Alicante , situato nell’ospedale HLA VISTAHERMOSA possiede la tecnologia time-lapse, che è in grado di identificare l’embrione con il maggior potenziale d’ impianto da trasferire in vitro materno e dar inizio ad una gravidanza. Le ragioni del successo sono da ricercare nei trattamenti personalizzati per la diagnosi di ciascun paziente. Le nuove tecniche combinano la fecondazione in vitro con le procedure di selezione degli embrioni, come l’analisi del DNA dell’embrione, che individua quelli che sono privi di anomalie cromosomiche; o la coltura fino a blastocisti degli embrioni, portandoli al quinto giorno di divisione cellulare, così verificandone la qualità e vitalità. Tuttavia il dottor Lloret afferma che attualmente i trasferimenti di un singolo embrione non possano essere sempre eseguiti, perché in alcuni casi è necessario considerare diversi fattori: età della madre, qualità embrionale ed eventuali fallimenti nei cicli precedenti. Qualora si verifichino tali problematiche occorrerà prendere in considerazione l’eventuale trasferimento di due embrioni, di cui uno solo normalmente tende a raggiungere una buona evoluzione.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *