Cerchi una Clinica di Fertilitá all’estero?
Cliniche accuratamente selezionate in base alle recensioni dei pazienti e all'esperienza delle cliniche.

«C’è una volta» la prima favola personalizzabile per i figli della PMA

 

«C’è una volta» è un bellissimo libro creato da Martina, Bea, Raquel e Álvaro, team di Matamua .

Matamua unisce diverse professionalità: psicologia, scrittura, design e inventiva. Questo magico e speciale connubio ha reso possibile la creazione di una piccola idea-favola, personalizzabile.

Quello che rende speciale questo libro è il fine ultimo. Ve lo raccontiamo con le parole di Martina Mele.

Mi chiamo Martina Mele, sono una psicologa specializzata nella terapia delle persone che affrontano la riproduzione assistita, offrendo appoggio psicologico prima, durante e dopo questo percorso. Lavoro come coordinatrice internazionale di una clinica per la fertilità di Siviglia. 

Quando ho immaginato per la prima volta «C’è una volta» ho pensato a tutte le famiglie che ho incontrato in questi anni, alla loro forza, speranza e… preoccupazione. Aiutarle a vivere in maniera positiva una esperienza emotivamente fortissima è stata la spinta a dare vita a questo progetto.

«C’è una volta» inizia qui, con l’intento di raccontare bene e a tutti, in maniera semplice ed efficace, una cosa che alle volte sembra impossibile. 

La riproduzione assistita è un argomento di cui si parla sempre di più e che riguarda un numero sempre maggiore di persone. Tuttavia, in molti Paesi rimane un tema difficile da trattare.

Le motivazioni sono diverse. C’entra lo stigma sociale dell’infertilità, così come il timore che la rivelazione possa compromettere la relazione del genitore con il figlio. Eppure, tenere il segreto può essere vissuto dai figli come un grande tradimento da parte dei genitori.

 cerchiamo di aiutare il processo di normalizzazione di questa complessa esperienza che spesso genera nei genitori un senso di inadeguatezza. La riproduzione assistita rappresenta, inoltre, un tabù che costa molto rivelare al di fuori della cerchia familiare più stretta e che soprattutto è difficile raccontare ai bambini. 

Noi desideriamo parlarne. E allontanare una paura che appartiene a una grande percentuale di persone che hanno portato a termine questo percorso. 

Ci piacerebbe che ogni bambino avesse a casa una favola che racconti di come è venuto al mondo, da leggere con i propri genitori, ripercorrendo insieme i bei momenti della loro avventura comune e li renda orgogliosi di essere nati dall’amore e dal desiderio.

Vorremmo che «C’è una volta» venisse adottato dagli psicoterapeuti che lavorano con i bambini e utilizzato come uno strumento valido per incoraggiare il dialogo su un argomento così delicato.

Ogni famiglia è famiglia a modo suo

Ci sono molti modi di diventare genitori – scegliendo la donazione di ovuli e di seme, la fecondazione in vitro o la maternità surrogata – e diversi tipi di famiglie – monoparentali, etero e omoparentali –, tuttavia ci sembra che la strada che si intraprende sia in fondo comune. Tutti partiamo equipaggiati di un solo sentimento: un amore tanto grande da rendere affrontabile qualunque sfida (con noi stessi, con gli altri, con la biologia).

Se anche a voi piacerebbe raccontare al vostro bambino la storia di come è venuto al mondo, con un pizzico di magia e con l’entusiasmo dell’avventura, «C’è una volta» ve ne darà a possibilità.

 

https://blog.matamuabooks.com

Articoli del Blog

Eterologa: Le mamme dell’ovodonazione sono solo delle scatole?

ETEROLOGA: LE MAMME CHE RICEVONO UNA OVODONAZIONE SONO SOLO DELLE SCATOLE? L’EPIGENETICA CI FORNISCE UNA INASPETTATA RISPOSTA Questa è sicuramente una domanda che si sono posti almeno una volta tutti i genitori che hanno dovuto affrontare per vari motivi il percorso che porta alla fecondazione eterologa. L’epigenetica è una ramo

Leggi Tutto »
Articoli del Blog

Fecondazione eterologa e compatibilità con i donatori

​screening preventivo delle malattie recessive Nella fecondazione eterologa c’è un elemento in più per poter scegliere la donatrice o il donatore migliore: il confronto genetico. Il centro di medicina della riproduzione ProCrea di Lugano lancia il matching genetico per le coppie con problemi di infertilità che fanno ricorso ad un

Leggi Tutto »

Il Sud – natalità al minimo da 150 anni

Il Mezzogiorno alla fine del prossimo cinquantennio, avrà perso 4,2 milioni di abitanti, oltre un quinto della sua popolazione attuale, rispetto al resto del Paese che ne guadagnerà, invece, 4.6 milioni. Nascite. Solo 174mila, minimo storico in 150 anni di unità d’Italia. Lo Svimez definisce questo drammatico calo demografico “uno tsunami dalle conseguenze

Leggi Tutto »