ABORTI A RIPETIZIONE - Studio integrale e soluzioni delle possibili cause

ABORTI A RIPETIZIONE - Studio integrale e soluzioni delle possibili cause

Vogliamo un bambino…

Possiamo riuscirci?

Possiamo evitare un altro aborto spontaneo?

Gli aborti a ripetizione hanno un forte impatto sullo stato emotivo della coppia e sono una situazione deludente e impegnativa per i professionisti medici. L’aborto spontaneo è la complicazione più comune della gravidanza, interrompendo il 15-20% delle gravidanze. Tuttavia, la probabilità che una coppia abbia due o più aborti ripetuti è inferiore al 5% e richiede uno studio dei fattori legati e predittivi di un nuovo aborto.

Ci sono molti fattori che influenzano gli aborti a ripetizione, ma l’età della donna è decisiva, e dai 40 anni in poi il rischio iniziale si raddoppia, avvicinandosi al 40-80%. In altre parole, più della metà delle gravidanze nelle donne di 40 anni possono finire con un aborto spontaneo.

Si consiglia di iniziare uno studio sull’abortività dopo due aborti spontanei, ma dobbiamo individuare ogni caso, considerando l’età, la storia personale e familiare, le circostanze relative alle perdite gestazionali e lo stato emotivo della coppia. Tra le possibili cause dell’aborto spontaneo ci sono quelle genetiche, immunologiche, alterazioni uterine, trombofilie, alterazione del microbioma, infezioni, endometrite, ecc. e a seconda della condizione i trattamenti variano.

Alterazioni embrionarie:

Fino al 70% degli embrioni trasferiti a pazienti con aborti a ripetizione presentano alterazioni cromosomiche. La fecondazione in vitro completata con lo studio genetico embrionale pre-impianto (PGT-A), esegue un’analisi cromosomica degli embrioni prima del trasferimento, identificando gli embrioni con alterazioni, e quindi non vitali. La selezione di embrioni privi di anomalie nel numero di cromosomi e nella loro struttura aiuta a evitare l’aborto spontaneo.

Malattie endocrine: alterazioni della tiroide o diabete

Il controllo e la correzione di queste patologie, insieme a uno stile di vita sano, potrebbe migliorare le nostre possibilità di avere una gravidanza evolutiva.

Alterazioni della coagulazione: studio di trombofilie

Quando se confermano queste alterazioni, possono essere trattate con eparina.

Cause immunologiche

Sono compatibile con il mio partner? Queste sono difficili da provare, possono essere trattate con corticoidi e si consiglia il trasferimento di un solo embrione.

Alterazioni della cavità uterina:

L’isteroscopia è il modo migliore per valutare la cavità uterina, confermare la patologia e trattarla allo stesso tempo; inoltre, permette di prelevare campioni per lo studio dell’endometrite.

Alterazioni spermatiche:

È stato osservato un legame tra la frammentazione del DNA spermatico e l’aborto spontaneo. In questo senso, gli antiossidanti e le tecniche, come le colonne di annexina o MACS, permettono di selezionare i migliori spermatozoi. In altre occasioni, il FISH degli spermatozoi è alterato, e l’esecuzione di uno studio genetico embrionale pre-impianto (PGT-A) potrebbe ridurre il rischio di aborto.

 

 

 

 

 

 

 

 

Fattore psicologico

Il sostegno psicologico nei primi mesi di gravidanza è molto importante per queste coppie.

Consigliamo e offriamo soluzioni a ciascuna delle possibili cause per avere la migliore ricettività uterina e embrioni cromosomicamente testati, evitando un nuovo aborto e aumentando le possibilità di avere un bimbo sano a casa.

Al Gruppo UR, facciamo un approccio globale allo studio degli aborti.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *