S.I.R.U. e Fondo Etico Nazionale Linee Guida

S.I.R.U. e Fondo Etico Nazionale Linee Guida

E’ stata costituita l’Associazione, senza scopo di lucro, denominata ”S.I.R.U.” Società Italiana della Riproduzione Umana, che riunisce, per la prima volta, tutti gli operatori del settore: ginecologi, andrologi, biologi, biotecnologi, medici dei consultori, ostetriche, infermieri, psicologi, genetisti, giuristi e bioeticisti: insieme in una società scientifica per una medicina e biologia della riproduzione umanizzata nel rispetto dei diritti fondamentali. Come si legge nel suo statuto la SIRU ”intende svolgere le proprie attività nell’ambito interdisciplinare della Medicina e Biologia della Riproduzione…per prevenire, curare e risolvere i problemi della infertilità della persona, con l’apporto di tutte le professionalità che possono direttamente o indirettamente operare a tale fine. L’associazione opera nell’ambito della ricerca, della sperimentazione, della medicina e della divulgazione scientifica, riconoscendo quale quadro di riferimento la promozione e la tutela della dignità umana e dei diritti fondamentali della persona, come delineati nella Costituzione Italiana, nella Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea e nella Convenzione Europea per la Salvaguardia dei Diritti dell’uomo. L’associazione si propone come obiettivo principale l’umanizzazione delle pratiche mediche nel campo dell’infertilità”.

A tal proposito qualche mese fa si è tenuto a Milano un Congresso in cui si è dibattuto dei tre obiettivi prefissati dalla SIRU per sostenere le coppie che non riescono ad avere figli .

Come primo obiettivo vi è l‘intenzione di tracciare delle Linee Guida cliniche per garantire diagnosi, cure e terapie sicuri e di qualità per le coppie che intendono approcciarsi alla Riproduzione medicalmente assistita. La SIRU, essendo una Società Scientifica riconosciuta, ai sensi della Legge 24 del 2017 sulla responsabilità sanitaria, è infatti abilitata a proporre Linee Guida al Ministero della Salute. Per assolvere a questo compito la società si sta impegnando per far si che vengano omologati trattamenti con la stessa garanzia del Diritto alla salute da nord a sud, senza disparità.

La SIRU ha individuato le linee guida dell’istituto inglese NICE (National Institute for Health and Care Excellence – NICE Istituto Nazionale per la Salute e l’Eccellenza nella Cura) da cui prendere spunto per poi adattarle alla realtà italiana. A sua volta il Ministero della Salute ha acconsentito a questa scelta e si è prefisso come obiettivo di consegnare a breve la stesura definitiva delle linee guida.

Parlando del secondo obiettivo la SIRU si propone di favorire e garantire l’ accesso alle cure a tutte le coppie con problemi riproduttivi. Ricordiamo infatti che da marzo 2017 in Italia i trattamenti di riproduzione medicalmente assistita sono compresi nei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA), ma ancora oggi lo sono solo sulla carta. Questo a causa di disparità tra le Regioni che porta come conseguenza una crescente migrazione delle coppie verso luoghi in cui i trattamenti vengono sostenuti dal Sistema Sanitario Pubblico.

L’ultimo obiettivo è riorganizzare con una nuova legge tutta la materia della Riproduzione Medicalmente Assistita. Ormai la legge 40 risulta non più adeguata ai tempi odierni in cui vi sono stati tanti cambiamenti e questo lo si evince anche dai tanti interventi della Corte Costituzionale per eliminare le numerose incostituzionalità di una legge inadeguata e spesso ingiusta. C’è la necessità per pazienti ed operatori di una nuova legge che contenga norme atte a garantire il Diritto alla salute riproduttiva.

Per concludere c’è un’altra importante novità: in seguito all’approvazione dell’Istituto Superiore di Sanità della proposta avanzata dalla SIRU di redigere linee guida cliniche sulla gestione dell’infertilità e gestione clinica dell’endometriosi è stato istituito il Fondo Etico Nazionale Linee Guida. Si tratta di un fondo che serve a sostenere il progetto della SIRU , grazie ad un contributo libero e volontario di tutti i soggetti interessati che sono sensibili ai problemi relativi alla riproduzione e alle conseguenti cure a cui devono sottoporsi le coppie italiane .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *