Le TECNICHE COMPLEMENTARI di riproduzione assistita

Le TECNICHE COMPLEMENTARI di riproduzione assistita

LE TECNICHE COMPLEMENTARI DI RIPRODUZIONE ASSISTITA   illustrate dalla Clinica GIREXX

IMSI / SUPER ICSI

La IMSI è una tecnica di procreazione assistita che consente di selezionare in modo molto specifico il migliore spermatozoo, ossia lo spermatozoo con la migliore morfologia, in grado di dare luogo a un ciclo di fecondazione in vitro, generare embrioni di migliore qualità, e pertanto ottenere una maggior probabilità di gravidanza.

Mediante la IMSI (intra cytoplasmic morphologically selected sperm injection), l’immagine microscopica degli spermatozoi si può ingrandire fino a 10.000 volte. L’ingrandimento ci consente di identificare e scartare gli spermatozoi con molti vacuoli o con vacuoli troppo grandi, spermatozoi che presentano anomalie a livello del DNA. Solo gli spermatozoi con la migliore morfologia vengono utilizzati per inseminare in vitro gli ovociti mediante una ICSI, ossia microiniettando gli spermatozoi selezionati dall’IMSI all’interno dell’ovulo.

          visione convenzionale  400X                     visione IMSI  10.000X

 

 

 

 

 

 

 

 

In un ciclo di fecondazione in vitro IMSI, la selezione convenzionale dello spermatozoo si basa sulla sua forma e mobilità. La IMSI (o SUPER ICSI), con la sua capacità di ingrandimento digitalizzato, ci dà una visione più dettagliata sulla forma e sulla morfologia del nucleo nella testa dello spermatozoo e ci consente di identificare la presenza di vacuoli dannosi. È un trattamento di procreazione assistita che ci permette di ottenere informazioni supplementari e di fare una selezione reale dello spermatozoo con il migliore potenziale per dare inizio a una nuova vita.

È una tecnica di fertilità all’avanguardia e ci sono pochissimi centri al mondo che la effettuano abitualmente, ma nei prossimi anni sarà sicuramente uno strumento ritenuto indispensabile in tutti i laboratori di procreazione assistita.

I benefici più importanti della IMSI sono:

  • Maggior tasso di gravidanza
  • Minor tasso di aborto

Fase per fase

 

 

MACS (Magnetic Activated Cell Sorting)

MACS (Magnetic Activated Cell Sorting) o separazione magnetica per mezzo di colonne di annessina V è una tecnica di procreazione assistita che consente di selezionare gli spermatozoi più adatti, ossia con il maggiore potenziale di fecondazione, e di generare embrioni con tassi di gravidanza più alti.

Utilizzando l’attrazione magnetica, si separano gli spermatozoi sani da quelli con un livello di frammentazione del DNA elevato. Mediante la MACS, è possibile scartare gli spermatozoi apoptotici, ossia gli spermatozoi difettosi o di cattiva qualità che stanno degenerando. Gli spermatozoi con frammentazione del DNA presentano fosfatidilserina nella loro membrana, una proteina che consente di catturarli, filtrarli e prelevare solo gli spermatozoi con potenziale biologico intatto.

In tal modo, la MACS seleziona e concentra gli spermatozoi sani, gli unici che vengono utilizzati nella tecnica di procreazione assistita scelta.

Utilizzando i migliori spermatozoi si riesce ad aumentare il tasso di fecondazione, la qualità degli embrioni e, pertanto, il tasso di gravidanza.

MACS (Magnetic Activated Cell Sorting)

In quali casi si consiglia la MACS?

Tutti i pazienti possono usufruire della tecnica MACS per migliorare il campione di sperma, tuttavia è particolarmente indicata per:

  • Pazienti con un’alta frammentazione del DNA negli spermatozoi
  • Pazienti con aborti ricorrenti
  • Pazienti con cattiva qualità embrionale in precedenti cicli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *